Overseizero

I corsi di informatica della terza età


4 commenti

Scusate ma…

vetrina a Delft - foto by artemi

…mi sento molto serendipity … 🙂
Si, serendipity!
Quando giro nel web, nelle strade, nei pensieri, tra la gente scopro cose che in realtà non cercavo, e le scopro mentre cercavo dell’altro…Molto bello, il fascino dell’imprevisto…molto serendipity.
Da dove nasce questo, da noi, neologismo?
E’ un termine poco, e spero per poco, utilizzato, ma che esiste dal 1754.
Nasce dal principio dello scoprire una cosa non cercata mentre se ne sta cercando un’altra. Non vuol dire essere fortunati ma essere pronti, elastici ed aperti a riconoscere le potenzialità all’interno di esperienze, ricerche, osservazioni, incontri ma anche nel seguire pensieri pseudo-oziosi.

Come diceva Pasteur: “Il caso favorisce la mente preparata“.

Un esempio? Abitare la rete diventa un luogo ideale per i serendipity… Un intreccio di connessioni, di emozioni, pensieri capaci di balzare da un nodo all’altro senza rete nella rete.

See you soon! 😀

ps. un anno fa circa avevo pubblicato, su altro blog, l’articolo che avete appena letto…L’argomento mi sembra decisamente attuale per cui l’ho postato nuovamente in questa nostra piazza. 😉
Annunci